Autore Giovanni Fiorentino

Professore ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi è Direttore del Dipartimento di Scienze umanistiche, della comunicazione e del turismo dell’Università degli Studi della Tuscia e, per il secondo triennio, Presidente della Società Italiana per lo Studio della Fotografia. Scrive per “Il Messaggero”, “Il Mattino” e studia la fotografia e i media in una prospettiva di storia e teoria culturale. Ha dedicato particolare attenzione all’immaginario di Napoli e del Sud pubblicando numerosi saggi sull’argomento e curando per Il museo MADRE di Napoli la mostra ‘O vero. Napoli nel mirino (2010-2011). Tra i suoi libri: L’occhio che uccide. La fotografia e la guerra: immaginario, torture, orrori (Meltemi, 2004) L’Ottocento fatto immagine. Dalla fotografia al cinema, origini della comunicazione di massa (Sellerio, 2010), Il flaneur e lo spettatore. La fotografia, dallo stereoscopio all’immagine digitale (Franco Angeli, 2014).