I riti della terra e dell'aria
Nel folclore religioso, nel lavoro e nella tradizione orale Quarta parte
a cura di: Paolo Fortugno

2008
ISBN 9788878531208
Pagine 262

€ 25.00

Formato Libro

La ricerca sul passato, su ciò che è depositato nella coscienza, è una riflessione sul presente. La cultura tradizionale si intreccia con la storia ed è per questo qualcosa di più di una rievocazione di fatti e sentimenti lasciati nella memoria delle classi popolari. E' un rivedere in un percorso a ritroso, un'immagine dopo l'altra, paesaggi nei quali le voci indistinte di uomini e donne hanno testimoniato la loro esistenza in un ambiente naturale e sociale. Di questi temi offre una concreta proposta di lettura questo libro che raccoglie e analizza, nell'area composita da Toscana, Umbria e Lazio, le vicende quotidiane legate a due degli elementi della vita, perché nella loro unione consentono all'uomo di ottenere di che sopravvivere, perché nella loro opposizione rivelano il conflitto di forze e principi che sono all'origine dell'esistenza dell'uomo, e quindi motivo dell'emergenza di un sistema di valori e di simboli per la rappresentazione della realtà.

Premessa
Pag. 7
Quattro venti, cento significati
Pag. 23
Storie segrete del monte Soratte
Pag. 35
Soffi d’aria e suoni di terra
Pag. 47
La mal’aria: un fenomeno di lunga durata in Maremma
Pag. 83
Il lavoro della terra tra documentazione ed interpretazione. Riflessioni sulla catalogazione di una raccolta di attrezzi agro-pastorali in una comunità dell’alta Tuscia
Pag. 119
Voci presenti. Fonti orali e ricerca antropologica
Pag. 149
La Terra Pontina. Racconti di vita. Primi risultati della ricerca in Agro Pontino
Pag. 171
La cerealicoltura laziale nel basso medioevo. Strumenti e pratiche agrarie
Pag. 191
I Ceri di Gubbio nell’epoca del decentramento del servizio pubblico radiotelevisivo
Pag. 203
Tavola rotonda sul libro “L’itala gente dalle molte vite. Lamberto Loria e la Mostra di Etnografia italiana del 1911”
Pag. 231
Non sono presenti allegati per questo elemento.