Si è laureato in Scienze politiche all’Università di Roma nel 1967. Professore associato di Storia moderna dal 1983 nell’Università di Salerno, dal 1990 è trasferito presso l’Università di Viterbo dove è stato Professore associato di Storia moderna nella Facoltà di conservazione dei beni culturali e poi di Archivistica generale nella stessa Facoltà. E' in pensione dal 2011.

Dal 1992 ha fatto parte a più riprese del Consiglio direttivo dell’Associazione archivistica ecclesiastica ed ha collaborato alla progettazione e alla pubblicazione dei tre volumi della Guida degli archivi diocesani d’Italia edita dalla stessa Associazione. Dal 1988 è Presidente del Centro di ricerche per la storia dell’Alto Lazio. Dal 2012 al 2017 ha fatto parte del Consiglio direttivo dell’Associazione Bibliotecari ecclesiastici Italiani per la quale ha svolto anche il compito di segretario di redazione del “Bollettino”. Dal 2003 ha svolto le funzioni di direttore scientifico del’ centro diocesano di documentazione per la storia e la cultura religiosa di Viterbo.

Quaderni del Centro di Ricerche per l'Alto Lazio


Il Centro di ricerche per la storia dell’Alto Lazio, fin dalla sua nascita nel 1977, si è proposto di valorizzare la documentazione e gli studi riferiti alla storia del territorio. I primi risultati di queste ricerche hanno dato luogo ai Quaderni del Centro che spaziano dalla storia moderna alla storia contemporanea e riguardano la vita sociale e religiosa della Tuscia.


Un progetto editoriale riguardante la storia di Viterbo e della provincia dal medioevo all’età contemporanea. Obiettivo: superare la rigida divisione specialistica ancora esistente negli studi e proiettare la storia della città di Viterbo e della Tuscia oltre i confini della storia locale.