Autore Sebastião da Gama

nasce a Vila Nogueira de Azeitão nel 1924. All’età di quattordici anni gli viene diagnosticata una tubercolosi ossea, che lo spinge a trasferirsi nel Porto di Arrábida per ragioni terapeutiche. Nel 1947 consegue la laurea in Filologia Romanza presso la Facoltà di Lettere di Lisbona e pubblica in vita le raccolte poetiche Serra Mãe (1945) e Campo Aberto (1950-51). Partecipa attivamente a numerose riviste dell’epoca apportando il suo contributo poetico e umano. Dopo la laurea, si dedica all’insegnamento del francese presso il liceo João Vaz di Setúbal e del portoghese presso l’istituto Veiga Beirão di Lisbona. Muore il 7 febbraio 1952, motivo per cui non riesce a pubblicare in vita il suo Diário: l’opera uscirà postuma nel 1958. Dopo la sua morte, la moglie ha sostenuto e accompagnato la pubblicazione dell’ampia opera del marito rimasta manoscritta. Un museo dedicato al poeta e l’Associação Cultural Sebastião da Gama sono oggi impegnati nella diffusione dei suoi scritti e del suo pensiero in tutto il mondo.

Non sono presenti libri.